You are currently browsing the category archive for the ‘Il Ciclope’ category.

Ulisse e i suoi compagni che sbarcano  in Sicilia, dove vengono catturati dal ciclope Polifemo per essere mangiati; l’espediente del re di Itaca di far ubriacare il gigante per accecarlo con un palo incadescente, per poi fuggire via mare, lasciando il mostruoso figlio di Poseidone gridare al vento che “Nessuno” l’ha reso cieco: una vicenda tragica? Per la memoria collettiva sì.

Non per Euripide tuttavia, che ha trasformato l’intero episodio dell’Odissea in una parodia, componendo l’unico dramma satiresco dell’antichità arrivato a noi integralmente. Oltre a Polifemo, Ulisse e i suoi compagni, nell’opera compare Sileno, l’anziano satiro servo di Dioniso, e il gruppo dei satiri, con la funzione di coro,  che lo affiancano al servizio del ciclope.

 

Leggi il seguito di questo post »

Annunci